Risiko, scacchi, Go. Così i tradizionali giochi di guerra influenzano le politiche cyber di America, Russia e Cina

20/05/2024 10:51 Il Foglio

Possono i giochi di strategia tradizionali propri di ciascuna civiltà permetterci di paragonaregli approcci geostrategici delle grandi potenze? E in particolare, determinarne la linea di condotta nel contesto dei conflitti nel cyberspazio? Alla prima domanda in molti hanno già dato una risposta positiva: la scelta di pervenire alla vittoria attraverso il perseguimento degli obiettivi nelle aree ritenute vitali per i propri interessi, come nel gioco del Risiko, caratterizza infatti la visione geopolitica statunitense, mentre la decisione di conseguire la superiorità attraverso la supremazia tattica e strategica anche con il sacrificio di parte delle proprie pedine, come negli scacchi, è propria della dottrina militare russa. Il Go, invece, con il suo focus sul controllo del territorio circondando l’avversario piuttosto che affrontandolo direttamente, riflette la visione militare cinese di guadagnare potere attraverso l’assorbimento strategico e il controllo indiretto.  L'analisi dei giochi di guerra tradizionali offre pertanto un'opportunità singolare per esplorare le profonde radici culturali delle strategie militari adottate dalle nazioni nel corso della storia. Attraverso l'osservazione dei meccanismi di Risiko, Go o degli Scacchi, possiamo cogliere non solo le differenze nelle strategie di combattimento, ma anche le visioni del mondo, i valori e gli obiettivi delle culture che li hanno generati. E in ciò è possibile intravedere sottotraccia come, al contrario di quanto teorizzava Karl Marx, la sovrastruttura determini la struttura. Non una sorpresa del resto, se si considera quanto esposto dall’antropologo ungherese Karl Polany. Egli, ribaltando il dogma marxista, negli anni Quaranta del secolo scorso affermò nel saggio “La grande trasformazione” che l’economia, fino all’avvento del capitalismo, era integrata nella società. Ogni forma di scambio, nelle comunità tradizionali, era condizionata e determinata da quella che marxianamente vien definita sovrastruttura: la cultura di un popolo. Qualsiasi scelta economica in un contesto preindustriale non veniva basata esclusivamente sul profitto, bensì sulla redistribuzione dei beni fondata su relazioni personali e comunitarie e su rapporti di reciprocità. Allo stesso modo, le scelte strategiche e militari sembrano rispondere al medesimo criterio, adeguandosi alle impostazioni culturali proprie di ciascuna civiltà tradottesi anche nei giochi di simulazione più popolari nel contesto di riferimento; e ciò è vero non solo nelle società tradizionali, ma si riverbera sino ai nostri giorni. Il pensiero strategico, a quanto pare quindi, non si è assoggettato alla grande trasformazione individuata da Polany con l’avvento dell’era industriale e del capitalismo, ma sembra far riferimento a qualcosa di ben più profondo, connaturato alla visione stessa dell’uomo e della vita di ciascuna civiltà. Tuttavia, in un mondo sempre più interconnesso, smaterializzato e digitalizzato, è essenziale estendere questa analisi anche al dominio cibernetico, dove le nazioni cercano di consolidare il loro potere e la loro influenza, per verificare se il paradigma rimane valido. I giochi di strategia tradizionali sono intrecciati alla componente cyber così come lo sono a quella militare sul piano fisico? A una prima analisi, anche in questo caso la risposta è affermativa e offre una visione più completa delle mentalità strategiche delle culture mondiali.   Stati Uniti: Risiko e la proiezione del potere Nel contesto cyber, gli Stati Uniti si distinguono per il loro predominio nella guerra informatica e nella sicurezza digitale. La strategia di proiezione del potere si estende pertanto al dominio del cyberspazio, dove il controllo dei territori digitali, come le infrastrutture critiche e le reti di comunicazione, è diventato essenziale per la sicurezza nazionale e l'egemonia globale degli Stati Uniti. Attraverso la loro capacità di condurre operazioni di hacking sofisticate e di difendersi dai cyber attacchi, gli Stati Uniti mantengono il loro ruolo di potenza prevalente nel cyberspazio tramite una strategia di dominio e alleanze strategiche finalizzate al perseguimento degli obiettivi, proprio come nel Risiko. In particolare, gli Stati Uniti si trovano in una competizione persistente e asimmetrica con i contendenti autoritari come Cina e Russia, concentrata su politica, economia, tecnologia e informazione. Quest'ultima è vista come un terreno cruciale in cui le autocrazie diffondono deliberatamente disinformazione e teorie del complotto per rafforzare il loro potere interno e minare le democrazie all'estero. Tuttavia, gli Stati Uniti stanno sviluppando una strategia proattiva per contrastare questa minaccia, sfruttando vantaggi asimmetrici come la verità, la promozione dei valori democratici e il sostegno al giornalismo di qualità. Questa strategia include anche l'uso delle capacità informatiche avanzate degli Stati Uniti e la collaborazione con alleati democratici, anche nel contrasto al cybercrime: attraverso l’Interpol e in coordinamento con gli stati occidentali, gli Stati Uniti contrastano attivamente il crimine digitale, bacino di coltura e a volte strumento più o meno consapevole per le azioni ostili delle autocrazie nel cyberspazio, arrivando alla chiusura dei server delle cybergang e all’individuazione e al perseguimento giudiziario dei loro membri, come avvenuto ad esempio lo scorso febbraio con lo smantellamento della russa Lockbit. L'Agenzia per i Media globali degli Stati Uniti ha un ruolo chiave nella promozione di questa strategia, concentrando l'attenzione sull'America Latina e utilizzando strumenti digitali sofisticati per raggiungere pubblici globali con contenuti autentici e convincenti, evitando di essere troppo dispersivi nelle proprie attività: esattamente come nel Risiko, dove le forze sono concentrate lì dove servono per raggiungere l’obiettivo che porta alla vittoria nel gioco.   Cina: Go e la strategia di circondamento Il gioco del Go premia la pazienza e la visione a lungo termine nel guadagnare territorio pezzo per pezzo, un analogo diretto alla strategia di espansione territoriale della Cina nel mondo reale. Nel dominio cyber, la Cina si distingue per le sue capacità nel cyber hacking e nella guerra informatica. Utilizzando tattiche sofisticate di infiltrazione e manipolazione delle reti, la Cina cerca di consolidare la sua influenza nel cyberspazio, parallela alla sua strategia di espansione territoriale nel gioco Go. Attraverso la Belt and Road Initiative, la Cina crea anche alleanze digitali e progetti di infrastruttura cyber, estendendo la sua influenza nel mondo digitale. Altro esempio lampante è stata la controversia sulla tecnologia 5G e l’apporto di Huawei: tramite la connivenza di stato e industria, per la Cina è possibile tendere sottili reti di spionaggio mondiale, finalizzate anche ad acquisire informazioni con cui ricattare o compromettere leader o figure chiave delle altre potenze sullo scacchiere mondiale, bloccandone l’iniziativa. Anche a questo potrebbe esser stato mirato, ad esempio, il furto recentemente scoperto dei dati personali di milioni di cittadini britannici da parte di Apt31, un gruppo hacker sostenuto dal governo della Repubblica Popolare Cinese. Lo stesso attacco ha avuto invece finalità diverse negli USA, dove Apt31 ha compiuto l’infiltrazione digitale di infrastrutture critiche statunitensi, sia civili che militari, con intenti di natura bellica: paralizzare il traffico aereo o interrompere la fornitura di energia elettrica, ad esempio, inibendo le eventuali mosse di Washington nel caso del precipitare di una crisi a Taiwan. La strategia di guerra digitale dell'informazione della Cina si configura inoltre come un piano completo e multi frontale per stabilire la supremazia informatica e affrontare le sfide future nel contesto delle moderne battaglie. La Cina, attraverso il suo Esercito popolare di liberazione, ha identificato obiettivi chiave, tra cui reti di comando, piattaforme ad alta tecnologia e sistemi di intelligence, e ha sviluppato una serie di tattiche per conseguire tale supremazia: la raccolta intensiva di informazioni durante i periodi di pace, la preparazione anticipata per identificare le capacità e le debolezze nemiche, e l’individuazione di obiettivi non militari cruciali come le infrastrutture critiche. Per ottenere e mantenere la supremazia informatica, la Cina adotta sia operazioni offensive che difensive, che vanno dalla manipolazione delle percezioni politiche alla protezione delle risorse informative nazionali. Inoltre, la Cina impiega la guerra psicologica in modo aggressivo, cercando di influenzare l'opinione pubblica e mantenere la fiducia nella leadership del Partito Comunista Cinese. La Cina si impegna anche in attività di spionaggio informatico per garantire vantaggi economici e tecnologici, mentre simultaneamente regola e controlla il flusso di informazioni dall'estero. In sintesi, la strategia di guerra dell'informazione della Cina rappresenta un approccio completo e multiforme per dominare il panorama informativo globale e proteggere i suoi interessi nazionali e ideologici, ponendo gli avversari in condizione di immobilità ma senza sopprimerli: proprio come avviene nel gioco del Go, dove la vittoria arriva quando con il posizionamento delle proprie pedine si impedisce il movimento o il posizionamento di quelle avversarie.   Russia: scacchi e la conquista totale Gli scacchi, con la loro enfasi su strategia e tattica, incarnano la dottrina militare russa di sconfiggere l'avversario attraverso la superiorità strategica e tattica. La vittoria negli scacchi si ottiene tramite il raggiungimento dello scacco matto, un obiettivo che richiede una comprensione profonda della strategia e una capacità di adattamento alle mosse avversarie, anche con il sacrificio dei propri pezzi. Nel dominio cyber, la Russia si distingue per le sue abilità nel condurre operazioni di disinformazione, sabotaggio digitale e guerra psicologica online. Utilizzando il cyber spazio come un'arena per destabilizzare i suoi avversari e ottenere vantaggi strategici, la Russia applica i principi degli scacchi nel mondo digitale, arrivando anche ad immolare le proprie pedine per conseguire una miglior posizione, proprio come avvenuto ad esempio con le cybergang Revil e Conti Team. La loro capacità di infiltrarsi nei sistemi informatici avversari e di lanciare attacchi mirati riflette l'approccio russo alla conquista totale anche nel cyberspazio, dove i pedoni sono idealmente le varie gang di Criminal Hacker dell’area ex sovietica, strettamente legate ai servizi segreti russi.  Il modo in cui la Russia opera nella guerra digitale dell'informazione, inoltre, è articolato e complesso, con obiettivi strategici ben definiti, diverse pedine e varie tattiche per raggiungerli, proprio come negli scacchi. Il loro approccio si estende a livello globale, coinvolgendo paesi come gli Stati Uniti. Le operazioni russe si basano su una serie di fasi e strategie mirate a influenzare l'opinione pubblica straniera, minacciare la stabilità internazionale e, in alcuni casi, rovesciare governi ostili. Queste strategie comprendono l'attrito e l'annientamento, ognuna con il suo insieme di tattiche e obiettivi. La fase dell'attrito coinvolge una serie graduale di operazioni informative ed è progettata per distorcere e, alla fine, sostituire i valori e le priorità nazionali di un paese obiettivo. Questa strategia è stata utilizzata, ad esempio, per preparare l'ambiente informativo prima dell'invasione russa della Crimea nel 2014, influenzando le opinioni pubbliche interne ed esterne, e corrisponde al movimento dei pezzi sulla scacchiera finalizzato al logoramento della difesa avversaria. La fase dell'annientamento, invece, mira allo scacco matto: ottenere il pieno controllo delle reti e delle infrastrutture informative di un obiettivo attraverso operazioni di disinformazione, psicologiche e cibernetiche coordinate. La Russia vede la guerra dell'informazione come una guerra totale, con la sopravvivenza della nazione in gioco, proprio come negli scacchi dove la “patta” è il risultato più improbabile di una partita dove di norma o vince il bianco, o vince il nero.  Ognuna delle tre grandi potenze globali interpreta quindi, sia nel piano fisico che in quello digitale, una propria partita per la supremazia, seguendo le strategie che meglio conosce: quelle del gioco più popolare nella propria tradizione. Tutto sta a vedere quale sia quello che, sul lungo periodo, garantisce le migliori probabilità di successo.   Pierguido Iezzi è un ex ufficiale di carriera, formatosi all'Accademia Militare di Modena, laureato in Scienze dell'Informazione e con oltre 30 anni di esperienza nel mondo della Cyber security. Ha alle spalle un'ampia gamma di attività operative relative a Tecnologia, Innovazione, Cyber Security e gestione aziendale. Autore del libro "Cyber e potere" (2023) Le aree di expertise comprendono cyber security, geopolitica, intelligenza artificiale e tecnologia. Founder di Swascan, Consigliere Nazionale di Assintel (Associazione Nazionale Imprese ICT di Confcommercio) è anche Coordinatore del Cyber Think Tank della stessa oltre a presiedere lo SME ISAC della European DIGITAL SME Alliance. Oggi ricopre il ruolo di Strategic Business Development Director di Tinexta Cyber, il polo italiano della cybersecurity, con un focus sui temi della sicurezza digitale, innovazione, forti competenze verticali e soluzioni custom.

Continua a leggere su "Il Foglio"
Altre notizie da "Il Foglio"
ULTIMA ORA
22/06 22:53 - Guerra Israele-Hamas, le news del 22 giugno. Media arabi diffondono video: soldati israeliani legano palestinese ferito sul cofano di un veicolo militare 22/06 19:53 - Guerra in Medio Oriente, video shock palestinese ferito legato al cofano di un blindato come uno scudo umano 22/06 19:13 - Guerra in Medio Oriente, video schock palestinese ferito legato ad un cofano come uno scudo umano 22/06 19:06 - Guerra Ucraina - Russia, le news di oggi. Zelensky dopo il raid su Kharkiv: “Servono decisioni forti dei nostri alleati per distruggere gli aerei russi ovunque si trovino” 22/06 18:31 - Morte Satnam Singh, manifestazione a Latina. Mattarella: "Stop sfruttamento lavoro illegale" 22/06 17:52 - Libia, Batacchi: "Navi russe a Tobruk? Putin cerca base nel Mediterraneo" 22/06 17:32 - Gran Bretagna, polemica sulle parole di Nigel Farage: “L’Occidente ha provocato l’invasione dell’Ucraina” 22/06 17:22 - La sparata di Farage: “l’Occidente ha provocato la guerra in Ucraina, ammiro Putin”. Sunak: “False e pericolose tesi” 22/06 16:40 - Ucraina, bombe su edifici a Kharkiv: morti e feriti. Zelensky: “Servono decisioni forti degli alleati” 22/06 16:19 - Attacchi russi su Kharkiv, Zelensky: "Servono decisioni forti degli alleati" 22/06 16:16 - Ucraina, ambasciatore russo incontra il Papa: "Discussa proposta pace di Putin" 22/06 15:51 - Regno Unito, Farage rompe il fronte pro-Kiev: “In Ucraina l’Occidente ha provocato la Russia” 22/06 15:37 - F1, Lando Norris su McLaren in pole a Barcellona, beffato Verstappen. Ferrari in terza fila 22/06 14:20 - Guerra in Medio Oriente, bombe israeliane su un campo profughi molte le vittime 22/06 14:10 - Asset russi e gas, a che punto è la guerra economica alla Russia 22/06 13:57 - Bombe russe in centro a Kharkiv 22/06 12:16 - New York dichiara guerra agli algoritmi Due leggi in difesa dei minori dipendenti 22/06 12:14 - "Una nuova guerra delle Falkland". Il riarmo argentino preoccupa Londra 22/06 11:37 - Calderone, contro lo sfruttamento faremo controlli a tappeto 22/06 09:41 - La ministra del Lavoro promette una guerra al caporalato: “Nel 2024 raddoppieremo le ispezioni” 22/06 09:22 - Diplomazia del bambù con steroidi. Ecco la partita del Vietnam tra Cina, Usa e Russia 22/06 09:00 - Ucraina, Kiev: "Missili Russia contro impianti energetici" 22/06 08:29 - Croce Rossa: "25 morti in raid Israele vicino a nostra sede Gaza" 22/06 08:20 - Russia-Ucraina, l’allarme del presidente serbo Vucic: “Restano 3 o 4 mesi prima del disastro, del grande scontro. Si parli di pace” 22/06 07:44 - Come sarà la Nato con Rutte. Indirizzi e obiettivi secondo Nelli Feroci 22/06 06:54 - Ucraina, Usa frenano Kiev: limite per attacchi in Russia 22/06 06:47 - Da Greco al procuratore Viola, toghe in guerra con la politica. E adesso nel mirino finisce Sala 22/06 05:54 - Guerra, ultime notizie. Mar Rosso, Houthi rivendicano attacco contro portaerei Eisenhower. Trump, carta verde a stranieri che si laureano negli Usa 22/06 05:50 - Guerra in Medio Oriente, Hamas: “42 morti nel raid su un campo profughi a Rafah”. Palestinese ferito legato sul cofano di un veicolo militare israeliano 22/06 05:30 - Fuga da Gaza, la storia di Samra: “Ho capito che ci avevano bombardati quando ero sotto le macerie” 22/06 05:00 - Droni stealth Sharp Sword sulle nuove navi cinesi: cosa svelano le ultime prove 22/06 04:00 - Putin in difficoltà usa la solita minaccia. "Svilupperemo ancora armi nucleari" 22/06 04:00 - Kiev, pioggia di droni. Russia in fiamme 22/06 04:00 - Il governo: ora guerra al caporalato 22/06 04:00 - La storia di Eugene Kaspersky: da antivirus per eccellenza ad asset di Putin 22/06 04:00 - Le bombe su Kharkiv bruciano la cultura ucraina: è lo schema russo, da Mariupol a Chernihiv 22/06 03:39 - Le tasse di Putin 22/06 02:16 - Guerra Israele - Hamas, le notizie di oggi. Mezzaluna Rossa: “Raid israeliano su campo profughi di Rafah, 22 morti e 45 feriti” 22/06 00:01 - Russia, Putin: "Pronti a nuovo sviluppo di armi nucleari" 21/06 23:48 - Guerra Ucraina - Russia, le news del 21 giugno 21/06 23:17 - Guerra Israele-Hamas, le news del 21 giugno 21/06 23:00 - Kaspersky al bando su tutti i computer Usa: “Dati in mano ai russi 21/06 22:00 - Guerra Russia-Ucraina, l’ambasciatore russo alla Santa sede: “Ho espresso gratitudine al Pontefice per la sua posizione” 21/06 20:43 - Orban: 'in Ue è nata la coalizione per la guerra e la migrazione' 21/06 19:55 - Kiev attacca in Russia, Putin rilancia sul nucleare 21/06 19:10 - Guerra Ucraina - Russia, le news di oggi. Gli Usa sanzionano i manager della società informatica Kaspery Lab. Putin: “Continueremo a sviluppare armamenti nucleari come garanzia di deterrenza” 21/06 17:32 - "Prenderemo le decisioni necessarie". Israele si prepara allo scontro con gli Hezbollah 21/06 17:19 - Ucraina-Russia, Trump: "Guerra è colpa di Biden" 21/06 17:05 - Euro 2024, Slovacchia-Ucraina finisce 1-2 CRONACA E FOTO 21/06 16:56 - Euro 2024, Ucraina rimonta e batte Slovacchia 2-1: ottavi di finale nel mirino 21/06 16:40 - Euro 2024, Slovacchia-Ucraina in campo 1-2 LIVE 21/06 16:14 - Euro 2024, Slovacchia-Ucraina in campo 1-1 LIVE 21/06 15:56 - Putin: “La Russia continuerà a sviluppare armamenti nucleari come garanzia di deterrenza ed equilibrio di potere nel mondo” 21/06 15:49 - "Rafforzeremo il nostro arsenale". Putin continua ad agitare lo spettro atomico 21/06 15:47 - Satnam Singh, Calderone: "Dichiariamo guerra al caporalato, più controlli e ispettori" 21/06 15:42 - Putin: 'svilupperemo armamenti nucleari per deterrenza' 21/06 15:26 - Gli Stati Uniti sanzionano i dirigenti di Kaspersky Lab (già vietato negli Usa). La replica del Cremlino: “Concorrenza sleale” 21/06 15:25 - Euro 2024, Slovacchia-Ucraina in campo 1-0 LIVE 21/06 15:23 - Euro 2024, i risultati del 21 giugno 21/06 15:21 - 'Pioggia di droni ucraini in Russia, colpito un aeroporto' 21/06 15:19 - Bruxelles annuncia i colloqui d’adesione per Ucraina e Moldavia. I dettagli 21/06 15:12 - Euro 2024, Slovacchia-Ucraina in campo 0-0 LIVE 21/06 14:54 - L’Ucraina trova il riscatto agli Europei e ferma la Slovacchia: rimonta il risultato nella ripresa 21/06 14:49 - Hezbollah minaccia Cipro: è un hub segreto di Israele 21/06 14:45 - Svolta in Ucraina: "Pronti all'attacco". E ora Putin punta a dividere gli alleati 21/06 14:32 - Il Messico e l’escalation della violenza: non c’entra solo la politica. La guerra per il territorio tra Stato, imprese e crimine 21/06 14:30 - Germania, Scholz prosegue la corsa al riarmo: commessa da 8,5 miliardi in munizioni al colosso Rheinmetall. È la maggiore di sempre 21/06 13:54 - Putin e la minaccia nucleare, quali sono i rischi per la Nato: l’analisi del generale Battisti 21/06 13:03 - "Esercitazioni irregolari". Le strane manovre di Hamas 4 giorni prima del 7 ottobre 21/06 12:39 - Ucraina-Russia, se Occidente investe risorse Putin perderà la guerra: l'analisi 21/06 12:32 - Ue, l'intesa Mosca-Pyongyang dimostra la disperazione di Putin 21/06 12:14 - I colloqui atomici tra Usa e Cina e l'ombra nucleare su Taiwan: cosa può succedere 21/06 12:01 - Kaspersky non potrà più essere usato negli Stati Uniti: quali sono le accuse della Casa Bianca 21/06 11:25 - Così la Casa Bianca ha scelto di dirottare i Patriot su Kyiv 21/06 10:46 - Taiwan denuncia: 36 jet e 7 navi da guerra cinesi intorno all'isola 21/06 09:53 - Fedez e il Codacons fanno pace e sotterrano l’ascia di guerra per combattere l’ex Ilva di Taranto 21/06 09:34 - Israele, media: Tel Aviv attacca sud del Libano, Netanyahu ordina assassinio del capo di Hezbollah 21/06 08:38 - Taiwan, nuove tensioni intorno all’isola: “Rilevati 36 aerei e 7 navi da guerra di Pechino” 21/06 08:22 - Netanyahu al capolinea? L’analisi di D’Anna 21/06 08:00 - Il calcio diventa un'arma sporca 21/06 07:04 - Dalla Bomba Tremila al Tank Tartaruga, così Mosca innova le sue armi per vincere 21/06 06:51 - Ucraina, Kiev attacca con i droni in territorio russo: colpite raffinerie e strutture militari e d’intelligence. Mosca: “Abbattuti 114 velivoli” 21/06 05:21 - Guerra ultime notizie. Aiea, «raid russi su rete elettrica pericolo per Zaporizhzhia». Raid Israele su Rafah, almeno 25 i morti, 50 i feriti 21/06 05:00 - Dai droni ai missili: così Kiev riscrive le regole della guerra navale contro Mosca 21/06 04:18 - La censura oscura il genocidio a Gaza E Israele pianifica l'invasione del Libano 21/06 04:02 - Lavoro, vertice Calderone-Lollobrigida "Dichiariamo guerra al caporalato" 21/06 04:00 - Europei oggi in TV, le partite su Rai e Sky: dove vedere Olanda-Francia, Slovacchia-Ucraina e Polonia-Austria 21/06 04:00 - Nasrallah minaccia ma il vero obiettivo è convincere Biden 21/06 04:00 - Nato armata con Rutte. Putin rilancia sull'atomica 21/06 04:00 - Casa Bianca contro Bibi: "Offensivo sulle armi" 21/06 03:55 - Nasrallah minaccia Cipro e fa leva su chi nell’isola teme di essere coinvolto nella guerra 21/06 03:19 - Putin ristruttura "l'asse del male" contro l'Occidente 21/06 02:22 - La guerra di Hezbollah contro Israele c'è già 21/06 01:48 - Trentasei aerei e sette navi da guerra La Cina accerchia Taiwan: il mondo trema 21/06 00:02 - Missili Patriot all'Ucraina, Usa accelerano: la nuova strategia di Biden 20/06 23:11 - Guerra Ucraina - Russia, le news del 20 giugno 20/06 23:00 - Mosca, metodo Navalny per altri due dissidenti 20/06 23:00 - Gli Usa avvertono Hezbollah: “Se è guerra, siamo con Israele” 20/06 23:00 - Tutti amici del Vietnam: la diplomazia del bambù strega Russia, Usa e Cina 20/06 22:47 - Guerra Israele-Hamas, le news del 20 giugno